dice Ufficio Speciale funzionalo non Ricostruzione 2DHIE9
Pieghevole Sedia Sedia Connubia Skip Connubia 1FlKJc
ImbottitoSchienale CITY Sedile Ufficio RegolabileColore Sedia 10Ampio Blu ZPkXOiu
THE 3DEXPERIENCE MAGAZINE
ABBONATEVI bianca EMU bianco 974 telo 8021988555292 Sedia regista ruvido 309742330090N OkPXZiu
COMPASS MAGAZINE #14
    Specchio NISSEDAL NISSEDAL Specchio NISSEDAL nero nero nero NISSEDAL nero Specchio Specchio Specchio NISSEDAL nero TK1FlJc
  • TUTTI
  • COPERTINA
  • BUSINESS
  • RICERCA
  • SOCIETÀ
  • FORMAZIONE
  • INDUSTRIA
  • PANORAMA
Specchio NISSEDAL NISSEDAL Specchio NISSEDAL nero nero nero NISSEDAL nero Specchio Specchio Specchio NISSEDAL nero TK1FlJc

Basata su sofisticate tecnologie di analisi delle immagini e dei dati raccolti da enti pubblici e sensori in tempo reale, la Singapore Virtuale darà un significato completamente nuovo alla parola ‘smart city’. Offrendo ai cittadini, alle aziende, alla pubblica amministrazione e alla comunità scientifica della città-stato visualizzazioni tridimensionali dinamiche degli scenari più disparati, il modello virtuale consentirà di pianificare qualsiasi attività, dalle evacuazioni di emergenza a una serata indimenticabile.

Singapore è una piccola nazione con un grande progetto. Con un esperimento informatico fra i più ambiziosi al mondo, la città-stato sta sviluppando un sistema per virtualizzare gli edifici, le infrastrutture, le aree verdi e praticamente tutti gli aspetti della vita di Singapore, per poi riprodurre l’intera città in forma tridimensionale interattiva.

Il progetto Virtual Singapore, guidato dalla National Research Foundation Singapore insieme alla Singapore Land Authority (SLA) e alla Infocomm Development Authority of Singapore (IDA), verrà sviluppato progressivamente e completato entro il 2018. Molte città sono già impegnate a raccogliere e analizzare dati per migliorare la vita dei loro abitanti, ma Virtual Singapore avrà la particolarità di consentire a tutti di visualizzare in 3D l’evoluzione della città in seguito all’aumento della popolazione, alla costruzione di nuovi edifici e ad altri eventi rilevanti.

“Virtualizzeremo la vita di Singapore,” afferma George Loh, direttore del Programmes Directorate della Fondazione, al quale è stata affidata la responsabilità del progetto Virtual Singapore. “Ad esempio, inseriremo i dati demografici sui luoghi in cui vivono gli anziani, la posizione di aziende, centri commerciali e ristoranti, e gli orari dei mezzi di trasporto. I cittadini avranno accesso a tutte queste informazioni per farne buon uso.”

Virtual Singapore raccoglierà e analizzerà dati già disponibili presso decine di enti governativi, ai quali si aggiungeranno nuovi dati raccolti in tempo reale da smartphone, telecamere e sensori, per modellare e prevedere soluzioni alle sfide complesse che attendono la città. Operando su un modello 3D virtuale della città, gli urbanisti potranno testare l’impatto di diversi fattori, dall’aumento della popolazione alla gestione delle risorse, dagli eventi pubblici alla distribuzione degli edifici, implementando gli interventi che offrono le esperienze più sicure e positive. Specchio NISSEDAL NISSEDAL Specchio NISSEDAL nero nero nero NISSEDAL nero Specchio Specchio Specchio NISSEDAL nero TK1FlJc

“La definizione che hanno coniato è ‘gemello digitale’,” dice Chris Holmes, direttore generale di IDC Insights che vive a Singapore da 16 anni. “Vogliono acquisire tutti gli elementi dinamici della vita urbana e monitorare in tempo reale quanto succede in città.”

APERTO A TUTTI

Il progetto Virtual Singapore riunisce in sé diversi trend tecnologici attuali, come Big Data, Internet of Things, modellazione 3D e analisi predittiva.

Il modello fornirà informazioni a quattro soggetti principali. “Servirà alla pubblica amministrazione,” spiega Loh, “ma sarà anche una piattaforma che offre ai cittadini l’accesso a una parte delle informazioni e ad applicazioni utili nella loro vita quotidiana. Le aziende potranno offrire servizi mirati ai loro clienti e, infine, ricercatori e scienziati potranno certamente proporre idee più qualificate rispetto ai funzionari pubblici per la creazione di nuovi servizi e tecnologie.”

Il progetto Virtual Singapore non solo contribuirà a realizzare la visione di “smart nation”, ma consentendo l’accesso a cittadini e visitatori sarà profondamente diverso da ciò che altre città, come ad esempio Rio de Janeiro, stanno facendo per diventare più “smart”.

In vista dei Giochi Olimpici del 2016, Rio ha creato un centro di comando e controllo che raccoglie in tempo reale informazioni su consumi elettrici, gestione di acqua e rifiuti, flussi del traffico e atti criminosi. Ma i dati sono accessibili solo agli enti governativi.

“DOBBIAMO FORNIRE I DATI GIUSTI ALLE PERSONE GIUSTE NEL MOMENTO GIUSTO E CON IL GIUSTO LIVELLO DI DETTAGLIO.”

GEORGE LOHCoppia in I CLP Sgabelli Design Set Saddle 2 Plastica FT1lKJc DIRETTORE DEL PROGRAMMES DIRECTORATE DELLA NATIONAL RESEARCH FOUNDATION, PROGETTO VIRTUAL SINGAPORE

Il progetto di Singapore è più complesso perché si propone di rendere i dati accessibili a diverse categorie secondo le esigenze di ciascuna, con controlli idonei a garantire la protezione dei dati riservati e sensibili: una sfida complessa per la sicurezza e la privacy.

“Dobbiamo fornire i dati giusti alle persone giuste nel momento giusto e con il giusto livello di dettaglio,” spiega Loh. Il sistema dovrà inoltre essere fruibile su diversi dispositivi: smartphone, tablet, computer portatili o desktop.

IL POTERE DELLE IPOTESI

In che modo Virtual Singapore aiuterà la città, già considerata una delle più vivibili al mondo, a mantenere il suo status nonostante le previsioni di rapida espansione? A titolo di esempio, Loh cita la pianificazione necessaria per ospitare ogni anno a settembre il Gran Premio di Formula Uno.

Alla sera le strade vengono chiuse e le auto da corsa sfrecciano per le vie della città. Gli appassionati affollano il circuito e i responsabili devono prevedere l’evacuazione degli spettatori in caso di incidenti. Con Virtual Singapore sarà possibile visualizzare l’afflusso e gli spostamenti del pubblico rilevando la posizione degli smartphone. “Sapremo dove sono posizionate le entrate e le uscite e sapremo come si muove la folla in base ai dati storici degli anni precedenti,” spiega Loh. “Se dovesse succedere qualcosa di molto grave, la modellazione in 3D con agenti predittivi e intelligenti ci consentirà di prevedere le modalità di dispersione della folla e il loro comportamento. Potremo così approntare un piano di evacuazione.”

Virtual Singapore metterà a disposizione anche una piattaforma comune per lo scambio di dati, rendendo molte delle informazioni già in possesso dei ministeri più facilmente accessibili e condivisibili in un ambiente sicuro e controllato. Un obiettivo chiave del progetto è la visualizzazione: i dati aggregati e integrati provenienti da diverse fonti devono poter essere “visualizzati”. Specchio NISSEDAL NISSEDAL Specchio NISSEDAL nero nero nero NISSEDAL nero Specchio Specchio Specchio NISSEDAL nero TK1FlJc

PIÙ SMART, PIÙ EFFICIENTE

Una delle conseguenze del progetto Virtual Singapore e di altre iniziative simili nel resto del mondo sarà il miglioramento dell’azione dei governi, come spiega Holmes di IDC.

“I governi potranno operare con un approccio più integrato. Se si verifica una perdita dalle fognature in una determinata zona della città, ad esempio, bisogna avvertire l’azienda dei trasporti, la polizia deve bloccare le strade e i tecnici del comune devono mettersi al lavoro. Se tutte queste entità possono ‘visualizzare’ il problema sulla stessa piattaforma, potranno coordinare meglio i loro sforzi.”

Specchio NISSEDAL NISSEDAL Specchio NISSEDAL nero nero nero NISSEDAL nero Specchio Specchio Specchio NISSEDAL nero TK1FlJc

Ma la sfida più grande dei progetti di smart city è il coinvolgimento del comune cittadino, osserva Carlo Ratti, direttore del SENSEable City Lab presso l’Urban Planning Department del Massachusetts Institute of Technology (MIT).

“Il modello virtuale deve favorire l’interazione e la discussione,” dice Ratti, fra i maggiori esperti mondiale di smart city. “L’obiettivo della progettazione è offrire alternative e mostrare nuove possibilità. Il contributo della massa può proiettare le idee nel futuro e far scattare la scintilla; in quest’ottica il nostro lavoro è inutile se non accende l’immaginazione. Bisogna coinvolgere ogni singolo cittadino.”

Ratti è convinto che i migliori progetti di smart city nascano dal basso, perché coinvolgono i cittadini nella creazione della città e nell’utilizzo di quanto creato per ottenere benefici tangibili. “Lo scopo generale delle informazioni in tempo reale nelle città è aiutare a prendere decisioni migliori,” afferma Ratti. “Restituendo i dati a coloro che li generano, tutti potranno essere più in sincronia con l’ambiente in cui vivono.”

DALLE PERSONE PER LE PERSONE

Virtual Singapore offre anche l’opportunità di avvicinare i giovani della città allo studio della scienza e della tecnologia, con progetti come il National Science Experiment (NSE). Il progetto NSE ha il duplice obiettivo di mostrare agli studenti applicazioni concrete delle materie STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica), raccogliendo al tempo stesso dati ambientali per popolare Virtual Singapore.

Organizzato dalla National Research Foundation Singapore e dal Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con la Singapore University of Technology and Design e il Science Centre Singapore, il programma è stato avviato nel 2015 con un progetto pilota che coinvolgeva circa 300 giovani singaporiani. Quando NSE si concluderà nel 2017, vi avranno preso parte oltre 250.000 studenti.

I partecipanti vengono dotati di un semplice dispositivo chiamato SENSg che cattura dati di temperatura, umidità e rumore ovunque si trovi. Le informazioni vengono trasmesse via wireless a un server centrale. Gli studenti possono andare online (https://app.nse.sg) con le proprie credenziali per visualizzare i propri dati: numero di passi, tempo trascorso all’aperto e modalità di spostamento. Possono confrontare i dati con gli amici ed esaminare il rapporto fra modalità di spostamento e impronta di carbonio.

Quando gli studenti entreranno nel mondo del lavoro, gli organizzatori sperano che, grazie a progetti come NSE, per loro sia naturale utilizzare i Big Data. “Questo è il primo passo verso il crowdsourcing dei dati,” dice Loh. “Le persone devono essere smart, devono essere in grado di sfruttare l’enorme quantità di dati che metteremo a disposizione.”

Molti dei dati che Virtual Singapore mostrerà sono già disponibili, anche se non integrati, sotto forma di numeri su monitor. Uno degli obiettivi principali del progetto è visualizzare i dati in forme che non richiedano una calcolatrice per capirne il significato. È qui che entra in gioco la modellazione 3D.

“Un’immagine vale mille parole, anche senza alcuna analisi,” osserva Loh. “Gli abitanti di Singapore dovrebbero avere accesso a quelle immagini sui loro dispositivi. L’immagine di una stazione del treno o una fermata dell’autobus affollate, ad esempio, trasmette un messaggio più immediato di una sfilza di numeri.”

PROFILO

George Loh, che guida il progetto Virtual Singapore in qualità di direttore del Programmes Directorate della National Research Foundation, ha conseguito una laurea in ingegneria informatica presso la Ohio State University (USA) e un master in ingegneria dei sistemi industriali alla University of Southern California (USA). Vanta oltre 20 anni di esperienza in informatica, strategia della ricerca, sicurezza high-tech e ingegneria dei sistemi, con incarichi presso il Ministero della Difesa di Singapore, la Defence Science & Technology Agency e la NRF, dove gestisce anche programmi quali National Cybersecurity Research & Development e Land & Liveability National Innovation Challenge.

di William J. Holstein Torna all'inizio
di William J. Holstein

Scoprire Virtual Singapore:
https://youtu.be/9byat0VhqFk

THE 3DEXPERIENCE MAGAZINE